La sindrome brachicefalica o BAOS,  per usare un acronimo inglese, è una patologia delle vie aeree superiori che colpisce alcune razze di cani e gatti. Chi ha un bouldogue francese, un bulldog inglese, un pechinese o ancora un cane corso (per dire solo alcune razze), sa o dovrebbe sapere di cosa stiamo per parlare.

Si tratta di una difficoltà respiratoria causata dall’impedimento dato dal palato molle alla trachea.

 

Quali sono i sintomi più comuni?

I sintomi più comuni sono:

  • semplice rumore respiratorio (russare)
  • dispnea
  • affaticamento precoce

 

Quali sono le razze più colpite?

Le razze colpite sono tutte quelle a muso corto, schiacciato.

 

Qual è la causa di questo disturbo?

La difficoltà respiratoria, più correttamente inspiratoria, ossia quando il cane deve prendere aria, è data dall’eccessiva lunghezza del palato molle che ostruisce l’ingresso dell’aria. La parte terminale del palato molle si comporta come una bandiera che sventola al passaggio di aria e se questo è troppo lungo, fa da tappo alla prima parte della trachea impedendo l’ingresso dell’aria. Quando il cane è in una condizione di caldo eccessivo, di stanchezza per attività fisica, la respirazione si fa più intensa, il palato molle oltre a sventolare si ispessisce, se a questo aggiungiamo che la trachea, in questi cani, può essere ipoplastica ossia piccola di diametro causando ancora piu difficolta a respirare. Se a tutto questo aggiungiamo narici piccole e strette possiamo capire come tutto diventa problematico e difficoltoso.

Per comprendere la sensazione che il nostro cane ha, dobbiamo provare ad immaginare di respirare da una cannuccia, dopo aver fatto una corsa, ostruendo parzialmente l’ingresso dell’aria.

 

Come possiamo aiutare il nostro cucciolo?

Ora che abbiamo chiaro, a grandi linee, cosa provoca questa patologia, vediamo cosa dobbiamo fare per aiutare il nostro paziente:

  • Visita clinica. Già dalla prima visita il vostro veterinario, oltre a spiegarvi le attenzioni da tenere, vi istruirà sulla patologia
  • il primo passo per diagnosticare correttamente questa patologia avviene in sedazione, potendo ispezionare e osservare per bene il comportamento del palato molle.
  • una volta diagnosticata correttamente la patologia si passa alla correzione chirurgica che consiste nella plastica del palato in eccesso e plastica delle narici.

 

Bisogna ricordare che cani e gatti brachicefalici possono passare, molto rapidamente, in condizioni di stress, caldo e attività fisica, anche moderata, da condizioni di normalità a stati di difficoltà respiratoria grave che può condurre a morte precoce.

Invitiamo tutti i possessori di un cane o gatto brachicefalico a far controllare il proprio amico, ne va della loro vita.

 

 

Felix ha bisogno di un check-up? Devi prenotare una visita specialistica per il tuo cucciolo? Argo manifesta dei sintomi che ti preoccupano?

Noi di Clinica Veterinaria Lecce Sud siamo a disposizione per fare insieme un controllo di check-up, una visita di routine, una visita specialistica, visita di diagnostica per immagini, esami di laboratorio, visita di medicina di base, medicina specialistica e terapia del dolore, per i nostri amici a quattro zampe!

Compila il form qui sotto per essere ricontattat@ entro breve!

 

Inviando questo form dichiaro di aver ricevuto, letto e compreso l’informativa ai sensi del regolamento UE 27/4/16, n.2016/679/UE (art.13) e presto il consenso al trattamento dei dati personali (obbligatorio). *